Recensione: “Conquistami se ci riesci” – Antonella Maggio e Rujada Atzori

15175338_1834374206776400_1136080551_nTitolo: Conquistami se ci riesci.

Autore: Antonella Maggio e Rujada Atzori

Casa editrice: Self Publishing

Genere: Young Adult

Prezzo: 2,99 in ebook – presto anche in cartaceo

Data pubblicazione: 27 gennaio 2017

Sinossi:

Ogni età ha il proprio amore…

Melanie ha diciassette anni, è bella e intelligente a scuola, ma è la figlia del pastore Ross della piccola cittadina di Little Falls del Minnesota e ha un carattere ribelle e piuttosto cinico.

Kyle è il bullo del liceo, il bello con gli occhi azzurri che tutte le ragazze sognano e ogni anno scolastico sceglie con cura la sua vittima.

Complici i corridoi della scuola, le amicizie vecchie che spesso lasciano spazio alle nuove, gli amori sbagliati e le relazioni nate solo per dispetto, un fratello impiccione da salvare e che ambisce a diventare un prepotente e alcune foto compromettenti scattate con un telefonino, Melanie e Kyle sono due caratteri che insieme fanno scintille.

L’amore, spesso, ci insegue ed è ostinato, si maschera da stronzo e si veste di prepotenza, racconta bugie ma è dolce come il sapore dei primi baci, ha la voce dei gemiti sussurrati piano e di nascosto, è una conquista che riesce a imprigionare il cuore.

Recensione di Valentina Vitale:

Conquistami Se ci riesci” è un libro che ho letto tutto d’un fiato in meno di una giornata, una storia che mi ha catturato totalmente. Melanie è una ragazza sveglia, intelligente e bella. Tre elementi che la renderebbero perfetta per essere la ragazza più popolare della scuola, ma così non è. Lei è una ragazza ribelle, cinica, che ama vestirsi in maniera vistosa e a volte provocante per sfidare i rigidi dettami della sua famiglia. Il padre è infatti il pastore della sua cittadina, la madre una donna estremamente devota, le due sorelle Lucy e Marie rappresentano almeno solo in apparenza, come si vedrà nel corso della storia, le figlie perfette e Gabriel, suo fratello di un anno più piccolo, un ribelle, uno spirito affine a lei verso il quale è molto protettiva. Insomma Melanie è tutto ciò di più distante dall’ essere una ragazza religiosa, gentile e rispettosa dei valori che le sono stati trasmessi. Sente di essere nata nella famiglia sbagliata, si sente oppressa dalle loro soffocanti regole e limitazioni, anela la libertà in un ambiente che percepisce ostile ed esasperante. Le cose si complicano però quando all’inizio del nuovo anno scolastico, la sua migliore amica Serena si trasferisce a Parigi e Kyle, il bullo della scuola, nonché il ragazzo più affascinante che fa cadere tutte le ragazze ai suoi piedi, la prende di mira. Ma, nonostante i ricatti e l’atteggiamento arrogante e spavaldo, la scintilla tra i due è innegabile; a tutto ciò si aggiungano altri personaggi che le renderanno la vita abbastanza difficile. Attraverso gli occhi della protagonista ci troviamo catapultati nell’età adolescenziale di cui le due autrici ci hanno proposto i pilastri caratterizzanti: il conflitto con i genitori, il rifiuto delle regole, il bisogno di libertà, l’affermazione del proprio io, le scelte sbagliate, l’amicizia e la necessità del confronto con i propri coetanei, perché nonostante siano separate da un oceano, dalle differenze di fuso e da quotidianità ormai diverse, Melanie e Serena sanno esserci l’una per l’altra. Per ultimo, e non in ordine di importanza, viene affrontato il tema dell’amore, l’amore adolescenziale in cui si esplorano per la prima volta sensazioni ed emozioni ancora sconosciute, che si insinuano di soppiatto e accelerano il battito o fanno sussultare ad un semplice contatto. Lo stile narrativo è scorrevole e fluido tanto che se non avessi saputo che il romanzo fosse stato scritto da due autrici, non lo avrei mai sospettato. I personaggi infatti sono ben delineati e non ci sono discrepanze, segno di una grande intesa e complicità. Inoltre un ruolo centrale in questo romanzo è rivestito dalla differenza tra ciò che appare e ciò che è reale, perché non sempre le cose sono effettivamente come le vediamo e percepiamo, Melanie infatti appare sicura di sé e determinata, ma cela anche un animo sensibile. Lei stessa sperimenterà sulla sua pelle quanto l’atteggiamento delle persone possa essere fuorviante da ciò che sono realmente. Una storia dolce e leggera che consiglio vivamente.

♥ ♥ ♥ ♥ ♥ 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...