“Sesso, sesso, sesso e solo sesso, non è il libro che fa per me” – Intervista all’autrice Koraline L.F.

img_9354La nostra rubrica dedicata alle interviste si arricchisce di un nome caro agli amanti del rosa, quello di Livia Ferrara, meglio nota come Koraline LF., autrice della trilogia “Mr 703 – Il patto”.

Livia, benvenuta a Blog and the City! Prima curiosità: Koraline e Livia sono la stessa persona, naturalmente. Eppure, hai sentito la necessità di sdoppiarti. Quindi, la domanda nasce spontanea: cosa hanno in comune e cosa, invece, le differenzia?

Buongiorno, Maddalena, intanto ti ringrazio per questa intervista. Risponderò alla tua prima domanda in maniera molto semplice. Koraline e Livia sono la stessa persona, solo che Koraline ha qualcosa che manca a Livia. Koraline è capace di vivere in due mondi differenti. Il mondo reale e quello immaginario, sa mescolare e gustare il sapore di entrambi i mondi e trova quel sapore assolutamente perfetto.

Scrittori si nasce, oppure si diventa? E perché?

Scrittori si nasce o si diventa? Forse mi sento di dire che nessuna delle due risposte è, per me, quella corretta. Scrittori è uno stato psicologico, quasi sentimentale direi e, come ogni cosa che appartiene alla psiche, è impalpabile da una parte e troppo fragile dall’altra. Si può diventare scrittori oggi e smetterlo di esserlo domani, così come si può essere convinti di essere scrittori oggi, ma diventare tali, realmente, solo domani.

“703 ragioni per dire sì” nasce come romanzo self publishing e, dopo una manciata di giorni, viene acquisito dalla Newton Compton. Vuoi raccontarci quel momento?

2016-06-08-10-54-06Sì, è corretto. Mr 703 – Il Patto viene pubblicato solo per gioco e dopo una manciata di giorni viene ritirato e acquisito da un’importate Casa Editrice. Diventa, qualche mese dopo, 703 ragioni per dire sì. Inutile negare che è stata una delle emozioni più forti che io abbia mai provato nella vita. La reazione del pubblico al mio romanzo è stata inaspettata, sorprendente, stupefacente. Non avrei ami pensato di ricevere tanto calore e tanta stima. Ancora oggi ricordo il mio batticuore nel leggere il messaggio della Newton Compton Editori. Volevano il mio manoscritto per la valutazione e io non ero più neppure in grado di ricordare come si apriva il programma di posta elettronica, figuriamoci come avrei potuto ricordare come allegare un file al messaggio. Ero più bloccata di un’auto d’epoca in panne nel bel mezzo di una strada deserta e assolata nel cuore del deserto.

La trilogia di “Mr 703” appartiene al filone erotico delle “Cinquanta sfumature”. Quali sono le assonanze e quali, invece, le differenze?

Sì, appartiene a quel filone ed è stata una mia scelta quella di scrivere un romanzo sulla scia di una delle trilogie più discusse, amate e odiate degli ultimi anni. Le assonanze sono tante, soprattutto per ciò che concerne il primo libro. Non ho mai negato che la storia prende vita dopo aver chiuso l’ultimo libro della trilogia della James. La storia di Christian Grey e Anastasia Steel mi aveva particolarmente colpita. Era il primo romanzo “moderno” erotico che leggevo. Le assonanze si riferiscono in particolar modo alla condizione sociale/economica dei due protagonisti maschili, nonché al loro aspetto fisico. Entrambi maledettamente ricchi, maledettamente belli, maledettamente dannati. Mi sento di poter affermare che Mr Blake ha una storia alle spalle forse più cruenta e disperata di quella di Grey e le conseguenze del suo passato sono decisamente differenti da quelle del protagonista della James. Damon Blake conduce una vita al limite della legalità, fa scelte al limite della decenza e gestisce i suoi sentimenti al limite dell’umanità. Ma tutto questo si comprenderà solo leggendo il secondo e il terzo libro della trilogia. Per ora posso dirvi che il BDSM non è che una cornice.

Chi legge i romanzi rosa, secondo te, cosa spera di trovare fra le pagine?

Chi legge romanzi rosa cerca fra le pagine la dolcezza, la sensualità, la voglia e il bisogno di sognare. Cerca anche l’intrigo, la passione, il mistero. Cerca di evadere dalla realtà, ma non sempre e non solo perché la realtà non piace, ma semplicemente perché fra le pagine di un libro rosa si è in grado di vivere con trasporto e potenza i sentimenti, gli amori e le passioni dei protagonisti. Un libro rosa ha la capacità di conquistarci e di farci perdere fra le righe.

E tu, quando leggi, cosa cerchi?

Io cerco quasi tutto quello che ho scritto nella risposta precedente. Cerco amore, passione, ma soprattutto intrigo, mistero. Un romanzo mi colpisce solo se denso di storia. Mi travolge solo se alla base trovo un intreccio corposo, un’ambientazione originale. Sesso, sesso, sesso e solo sesso non è libro che fa per me. Così come non lo è amore, amore, amore e solo amore.

E le case editrici, invece, cosa pensi che cerchino? Qualità? Vendibilità? O cos’altro ancora?

Cosa cercano le Case Editrici? Bella e difficile domanda. Sto ancora cercando di capirlo. Ho letto romanzi editati da grandi case editrici che, dal mio modesto punto di vista, non meritavano neppure un vecchio scaffale di una biblioteca abbandonata e sepolta dalle ragnatele, così come ho letto romanzi self, scartati dalle case editrici, assolutamente meritevoli dello scaffale illuminato di una libreria. Sicuramente cercano un romanzo ben scritto, una buona capacità narrativa. Sicuramente cercano una storia vendibile, ma non sono proprio certa che siano alla ricerca di storie originali. Mi capita spesso di trovare in libreria storie piuttosto simili e sul web storie fortemente originali.

I romanzi erotici, a parer tuo, a cosa devono il loro successo?

2016-11-12 12.01.27.pngA mio parere i romanzi erotici hanno successo perché raccontano storie ricche di suspense da una parte, (il bello e dannato riuscirà ad abbassare la guardia e a innamorarsi della bella e innocente protagonista che vuole salvare la sua anima e il suo cuore?). Questo forse uno dei motivi. Un altro motivo, a mio avviso, è molto semplice. Si parla di sesso e si descrive il sesso con la naturalezza con cui bisognerebbe affrontare l’argomento nella vita di tutti i giorni. Il sesso è lo Start-up della vita stessa. Il sesso è ciò che lega due persone. Il sesso è il sale necessario per rendere gustosa la vita di coppia. Il sesso è lo zucchero necessario per rendere dolce un rapporto che rischia di diventare amaro. Il sesso è ciò che di più naturale dovrebbe legare un uomo a una donna. O anche un uomo a più donne o più donne a più uomini. Insomma, che sia una orgia selvaggia o un puro e dolce atto d’amore il sesso, a mio avviso, va scritto, letto, vissuto, discusso, affrontato. Mi spiace affermarlo, ma purtroppo, anche se siamo nel 2017, il sesso viene ancora concepito come qualcosa di cui parlare sottovoce. Viene spesso scritto sotto pseudonimo (non è il mio caso, io ci ho messo la faccia), viene letto sotto le coperte e nascosto fra Kinsella e Stephen King, viene vissuto con troppe remore e discusso solo se strettamente necessario e spesso, un eventuale problema di sesso, viene affrontato dalla coppia quando oramai è troppo tardi.

Hai scritto: “Nessuno può rubarci un sogno, nessuno può pretenderlo, nessuno può neppure spiarlo. È questo il grande potere di un sogno, il totale senso di appartenenza”. È la frase che hai citato nel momento in cui, in un’intervista di qualche tempo fa, ti hanno chiesto quale fosse quella che ti rispecchiasse di più. Ti rispecchia ancora? E quali sono i sogni di Koraline?

Sì, è una della frasi del primo libro che mi rispecchia di più, perché io credo molto nel potere dei sogni. Koraline crede ancora che sognare e desiderare fortemente qualcosa possa rendere il sogno realizzabile. Io, ad esempio, sogno Thor e il suo martello degli Dei ogni giorno. Chissà, magari uno di questi giorni atterrerà nel mio giardino e mi porterà, volando, sul suo pianeta e diventerò la sua regina J… Be’, andiamo… Sognare è gratis.

A breve, uscirà il secondo volume della trilogia “Mr 703 – Il patto”, dal titolo “Suite 703”. Non ti nascondo che, non appena hai annunciato la notizia su Facebook, m’è quasi preso un colpo! Il mio ultimo romanzo erotico edito da YouFeel Rizzoli, infatti, si intitola “Suite n°203”. Dopo una manciata di secondi di panico, mi sono convinta che questa strana coincidenza ci porterà fortuna 🙂 Ad ogni modo, come vivi l’attesa?

Una bizzarra coincidenza. Ammetto che è stato un trauma anche per me. Con tutti i titoli possibili me ne affidano uno già esistente? È una congiura astrale. Vivo questa attesa con molta ansia. Grazie al cielo ho tanti lettori meravigliosi che mi seguono e che riempiono le mie giornate di calore e di affetto, ma questo, come ogni cosa, ha il suo rovescio della medaglia: le aspettative. So che le aspettative dei lettori sono alte e la paura di deluderli è tantissima. Spero non accadrà.

Voci di corridoio, annunciano che “Suite 703” avrà un finale caleidoscopico. È così? Vuoi darci qualche piccola anticipazione?

Hai detto bene. Un finale caleidoscopico. Un finale che probabilmente mi costringerà a fare un biglietto di sola andata. Stavo pensando alla Groenlandia, ma anche l’Alaska non sarebbe troppo male. Ho ancora un po’ di tempo per pensarci. Ah, eviterò di dirvi la destinazione, potreste trovarmi e… ammazzarmi.

Livia è stato un onore per me averti come ospite in questo spazio dedicato alle interviste. Ti ringrazio per le risposte e ti faccio un grosso in bocca al lupo per “Suite 703” e per tutti i progetti futuri. Alla prossima occasione!

Grazie a te per questa chiacchierata. È stato un vero piacere. Ci vedremo presto… io sono nella Suite 703, tu nella Suite 203. Siamo vicine di casa 🙂

Intervista a cura di Maddalena Costa

sm3_1727

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...