Recensione: L’altra metà della notte – Fabio Mundadori

cover 300 def.jpgTrama:

2 Agosto 1980.

Un attentato terroristico distrugge un’ala della stazione centrale di Bologna.

Oggi.

A Bologna una serie di morti inquietanti tinge la cronaca di sangue.

Sarà il commissario Naldi a dover cercare nel passato delle vittime e scoprire che sopravvivere alla morte non sempre rende migliori.

Recensione di Erika Medone:

Allora, leggendo questo romanzo ho provato molte emozioni contrastanti durante tutta la lettura. Sono passata da un senso di noia (apparente, s’intende) perché nei primi capitoli non riuscivo a trovare il nesso tra il passato e il presente narrato, ma una volta superata questa fase mi sentivo soggiogata dalla storia e dallo stile dello scrittore e poi, sono stata travolta da un senso di inquietudine venendo a conoscenza che il fatto principale raccontato è, in effetti, realmente accaduto. La storia è incentrata sull’attentato alla stazione di Bologna avvenuto il 2 agosto 1980 e tutto ciò che viene narrato passa da quel giorno funesto all’oggi. Il 2 agosto 1980 molte vite sono state spezzate in seguito all’attentato ma quel giorno alcune persone sono sopravvissute miracolosamente, tra di esse il Commissario Naldi, il protagonista di questo racconto che si trova a dover risolvere molte omicidi mascherati da suicidi che poi riportano tutti a un unica soluzione.

Una storia che ci spiega quanto a volte essere sopravvissuti a qualcosa di terribile possa essere davvero una benedizione.

Ho apprezzato molto lo stile dell’autore che, come detto in precedenza, mi ha trasmesso moltissime sensazioni fino a farmi desiderare di arrivare alla fine del racconto per poter mettere insieme tutti i pezzi del puzzle.

 ♥ ♥ ♥ ♥

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...